Legge di bilancio 2024: occhio alle compensazioni. Vediamo insieme cosa cambia

Legge di bilancio 2024: occhio alle compensazioni. Vediamo insieme cosa cambia
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

La Legge di Bilancio 2024 ha introdotto significative novità riguardo alle compensazioni al fine di prevenire abusi e utilizzi scorretti.

È importante essere informati su queste modifiche per evitare possibili sanzioni e garantire la conformità alle nuove disposizioni normative.

A partire dal 1° luglio 2024, sarà vietato compensare crediti fiscali con ruoli scaduti per importi superiori a 100.000 euro. Questa misura mira a limitare possibili usi impropri delle compensazioni e a promuovere una maggiore trasparenza nei rapporti finanziari.

Inoltre, per compensare crediti superiori a 5.000 euro, sarà obbligatorio fornire una comunicazione preventiva all’Agenzia delle Entrate.

Questa procedura aggiuntiva mira a garantire una maggiore tracciabilità delle operazioni di compensazione e a prevenire eventuali abusi.

È importante sottolineare che l’Agenzia delle Entrate avrà maggiori poteri di controllo per contrastare l’uso illegittimo delle compensazioni, garantendo così un’applicazione più rigorosa delle normative in materia.

Con riferimento ai crediti Inps e Inail, è necessario tenere presente le nuove disposizioni che entrano in vigore dal 1° gennaio 2024, come previsto al comma 97.

Queste modifiche riguardano i termini per effettuare la compensazione dei crediti e l’esclusione dalla compensazione per i contribuenti a rischio di inadempimento delle obbligazioni tributarie, per i quali è prevista la cessazione d’ufficio della partita IVA.

Si ricorda inoltre che è obbligatorio utilizzare esclusivamente i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per effettuare le compensazioni. Questo garantisce una maggiore sicurezza e tracciabilità delle operazioni.

Per una consulenza approfondita e per conoscere nel dettaglio i termini, le modalità e le condizioni per effettuare le compensazioni in modo sicuro, non esitare a contattare un consulente esperto, a tua disposizione per fornire assistenza e supporto nella gestione corretta delle pratiche fiscali.

Sei un imprenditore e hai bisogno di approfondire alcune tematiche del lavoro?
Contattami senza impegno

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Contatti